Vuoi aumentare i tuoi followers su Instagram ma hai paura di compromettere il tuo profilo dopo l’ultimo aggiornamento? Allora mettiti comodo, prenditi qualche minuto e leggiti le prossime righe. Ti svelerò le strategie migliori e che funzionano nel 2020 e quelle da evitare.

Quello che stai per leggere, premesso, è completamente differente rispetto a quanto troverai altrove. É la mia esperienza personale.

Partiamo da quelli che sono i tre pilastri fondamentali della crescita su Instagram: l’interazione, la conversione e la viralità. E da qui andremo ad esaminare il tutto rivisitandolo in funzione dell’ultima rivoluzione cominciata su Instagram.

I pilastri della crescita su Instagram

Sostanzialmente un profilo Instagram può crescere in 3 modi differenti.

  1. Aumento dei followers grazie all’interazione
  2. Crescita qualitativa finalizzata alla conversione
  3. Crescita di tipo virale

Non c’è un modo migliore o peggiore tra questi. Tutto dipende dalle esigenze e dagli obiettivi che ti sei prefissato.

Aumentare i follower con l’interazione

É la tecnica più conosciuta da tutti ribattezzata strategia del follow/unfollow. Sicuramente ne hai sentito parlare e, anche se sei convinto di conoscere tutto sul follow/unfollow, ti suggerisco di leggere in ogni caso le righe che seguono. Troverai sicuramente qualcosa di nuovo.

É una lettura che ti consiglio ancor più dopo gli ultimi aggiornamenti che avevano l’intenzione di colpire i BOT e limitare questa tecnica.

Come funziona

Il segreto è l’interazione.

Primo step è scovare i profili con i quali vuoi interagire, magari profili simili al tuo, ma già affermato. Un big account con una fan base molto vasta.

Seconda cosa da considerare è l’engagement. É un valore molto importante, misura il rapporto tra like e followers e e certifica lo stato di salute del profilo. Un buon engagement è intorno al 4%.

Altro aspetto da tenere in considerazione è l’autenticità. Questo perché nel pensare di aver trovato un’ottima source alla quale attingere potresti ritrovarti di fronte ad un profilo farlocco, pieno di followers fake.

Se l’interazione soddisfa i parametri per almeno l’80% allora hai trovato il profilo adatto a te.

Passaggio seguente è cominciare ad interagire con il follow ai seguaci dell’account che abbiamo scovato.

Ma attenzione ai limiti imposti e che Instagram ha reso variabili. Questi limiti possono variare dalle 50 alle 300 operazioni di follow ogni ora e il suggerimento è di tenersi sempre sotto soglia per evitare blocchi temporanei. E attenzione a non applicare questa tecnica senza criterio.

Prima di smettere di seguire un account sarebbe opportuno verificare che quest’ultimo non  interagisca con la tua pagina. Dovresti smettere di seguire solo chi, nonostante la buona volontà, non ha dimostrano alcun interesse alle tue foto.

Altro elemento da considerare è il coefficiente di raggiungibilità. Per fare un lavoro corretto, i followers che riesci a conquistare grazie a questa strategia non dovrebbero seguire più di 1000 account. Altrimenti rischi di riempirti di inactive followers, persone che ti seguono ma che non vedono mai i tuoi post perchè invasi da migliaia di foto al giorno.

La tecnica, poi, dovrebbe essere a settimane alterne. In una metti i follow, nella successiva smetti di seguire.

Poi, se vuoi pensare cosa penso sinceramente, è che se pubblichi ottime foto, la tecnica del follow/unfollow nenache non ti serve. Chi parla di crescita organica morta è perché non sa proprio come fare.

Ci sono due steps fondamentali. Creare una base in termini di pubblico iniziale e, raggiunta una buona base di followers, diciamo sui 2000, una buona qualità dei contenuti unita con una frequenza dai 3 ai 5 post al giorno è quello che ti serve.

Ora mi dirai: “beh! tu che lo fai per mestiere giochi facile”.

In realtà faccio lo stesso anche con il mio profilo personale, un profilo dedicato al food.

Poi, ovvio, ci sono dei segreti che svelo solamente durante le consulenze ai miei clienti, ma questo fa parte del gioco. Mica posso scrivere proprio tutto, campare d’aria e abbandonare il mio lavoro?

App per far crescere Instagram

Le app che suggerivo fino a poco tempo fa erano due, Follower Assistant e Captivate. Erano forti perchè permettevano di automatizzare gran parte dei processi descritti ed offrivano anche altre funzioni interessanti, ma oggi non è più possibile utilizzare applicazioni per aumentare i seguaci su Instagram. Questo perchè andrebbe a danneggiarti irrimediabilmente il quality score del profilo.

Usare i BOT per avere più follower

Utilizzare le automazioni è un modo semplice ed economico ed è per questo ragione che IG sta facendo di tutto per eliminarle.

Se proprio vuoi automatizzare, allora pensa di utilizzare un BOT. Si tratta di strumenti evoluti ed intelligenti che ti consentono di impostare tutta una serie di azioni che replicano l’attività umana il più verosimilmente possibile.

Se stai pensando un BOT per Instagram ti suggerisco JARVEE. Ma oggi i Social Media Manager che riescono ad utilizzare i BOT per far crescere i profili sono davvero pochissimi. Non nascondo che anche io ed il mio team abbiamo messo in standby questo servizio stringendo un accordo di partnership con chi sa farlo davvero molto bene.

Il Follow/Unfollow? Fallo a mano!

Se follow/unfollow deve essere, almeno fallo manualmente.

Nella maggioranza dei casi chi gestisce account Instagram in Italia si occupa solo di mettere in pratica la strategia lasciando i clienti abbandonati a sé stessi e, nella migliore delle ipotesi, useranno un contatto via chat con un operatore italiano e diverso ad ogni chiamata.

Io, invece, seguirò personalmente e passo passo il tuo profilo mentre il resto della squadra si concentrerà sull’interazione.

I piani per la gestione dei tuoi social li trovi seguendo il link.

Pro e Contro

Vediamo, quindi, qual sono i pro e i contro del metodo follow/unfollow

Pro

  1. Crescere con followers reali ed italiani.
  2. Aumentare i followers senza spendere cifre folli.
  3. La garanzia di una crescita in target.

Contro

  1. Una pessima reputazione.
  2. Applicata male rischia di compromettere il profilo.
  3. Rischio di blocchi e chiusura del profilo se utilizzi APP o BOT.

Per chi è adatto

Questo metodo, basato sull’interazione, è rivolto ad influencer emergenti che pubblicano contenuti di qualità e si addice a pagine con un ottimo piano editoriale alle spalle.

Il metodo serve a dare una spinta iniziale per poi lasciare che il profilo cresca in maniera organica.

Va bene se non hai un budget elevatissimo e se desideri aumentare la “social proof” di un brand emergente. Ma sempre a patto che il profilo pubblichi contenuti di qualità.

È assolutamente da evitare, invece, se sei un personaggio già molto esposto mediaticamente.

Crescita su Instagram in maniera qualitativa

Se, invece, vuoi crescere di qualità c’è una sola soluzione: gli strumenti pubblicitari che Facebook ti mette a disposizione. Nessun trucco, nessuna scorciatoia.

Le Story ADS

La strategia si fonda sulle Story ADS. É il posizionamento migliore per dare il via ad una crescita virtuosa su Instagram, e che abbiamo come obiettivo le conversioni.

Per questa strategia dovrai utilizzare direttamente l’ADS Manager di Facebook. É possibile anche farlo direttamente su Instagram ma ti consiglio di usare l’AD Manager di Facebook.

Una volta che hai il target con il quale vuoi interagire, non dovrai far altro che settare la campagna e intercettarlo.

Primo passo è avere una creatività. Io ed il mio team, di solito, ci poniamo due obiettivi per i nostri clienti: aumentare i followers ed invitare i nuovi follower ad interagire tramite Direct.

É necessario lavorare sulla grafica e realizzare creatività che contengano una call to action efficace e testare il tutto per ottimizzare il budget in modo da avere un costo per clic il più basso possibile e massimizzare l’investimento.

Se ti affidi ad un’agenzia che fa il suo lavoro profesionalmente, un budget da 10 euro al giorno potrebbe anche bastare per una crescita ottimale su Instagram. Ma, spesso, la strategia richiede anche investimenti più importanti.

Pro

  1. Crescita etica e niente trucchi dannosi per il tuo brand.
  2. Ottima qualità nei followers guadagnati.
  3. Possibilità di convertire i followers in clienti.

Contro

  1. Investimento importante.
  2. Crescita moderata.

Rivolta a chi

Aumentare follower Instagram puntando sulla qualità è la soluzione ideale per chi desidera intercettare sin da subito potenziali clienti.

Se hai un’azienda che vuole promuovere il proprio prodotto o un professionista che intende intercettare nuovi clienti, allora le Story ADS sono perfette.

Non avrai ritmi da 500 follower al giorno (a meno che non voglia investire cifre importanti) ma sicuramente follower di qualità

Incrementare follower con la crescita virale

L’ultima metodo di crescita è quello virale.

Più di un’anno fa si iniziava a parlare del Power like, degli shout out e dei Give Away.

Il Power Like può anche essere cancellato dalla lista. Oggi non c’è più un servizio veramente efficace e la ragione è sempre la stessa: Instagram trova il modo per limitare tutto e anche questa strategia ne ha risentito.

Gli Shout out non sono che dei post a pagamento su profili di account famosi appartenenti al tuo stesso settore. Ad esempio, se sei una influencer del mondo fashion potresti rivolgerti a Chiara Ferragni e chiederle di postare una tua foto sul suo profilo.

[Si dice in giro che la Ferragni chiede 8.000 euro per uno Shout out sul suo profilo. Non so se è vero, nè se offra questo tipo di servizio]

Un modo per avere tantissimi seguaci e in maniera gratuita è nei Give Away. Si tratta di concorsi a premi per gli utenti e i partecipanti sono influencer che si fanno pubblicità a vicenda crescendo su Instagram molto velocemente.

Un Give Away può portarti anche 4000 followers al giorno, ma sulla loro validità, soprattutto di utenti interessati, ho qualche dubbio.

La vera novità, quella su cui abbiamo lavorato negli ultimi mesi, è la rivisitazione meno spammosa della Mother/Slave Strategy, molto usata negli States.

La strategia prevede un profilo madre, quello del cliente, e diversi profili schiavi con il compito di promuovere il profilo madre in vari modi.

Se applicata con cognizione di causa, questa è la strategia migliore per crescere senza alcun tipo di interazione. É come se, ad un tratto, il profilo diventasse famoso ed alcuni profili cominciassero a promuoverlo.

Nessuna automazione, nessun follow/unfollow. Tutto il lavoro viene affidato ai profili schiavi che, tramite Direct e menzioni, permettono al tuo profilo madre di aumentare i followers in maniera esponenziale.

Questa strategia è complessa ma permette di raggiungere trend di crescita inimmaginabili e, soprattutto, non richiede alcuna azione da parte tua.

Per come metterla in pratica, vi consiglio di scriverci per chiedere una consulenza.

Questi, invece, gli aspetti positivi e negativi di questa strategia.

Pro

  1. Crescita esponenziale [anche 30.000 follower al mese].
  2. Nessuna interazione con gli altri utenti.
  3. Followers reali.

Contro

  1. Tempi
  2. Costo

Per chi è

Questa strategia è perfetta chi non può interagire con gli altri follower per svariati motivi. Non è per tutti e crescere viralmente richiede tempo e denaro.

La genuinità dei followers è garantita ma è impensabile mantenere trend da 15k/mese con followers solo italiani.

É la strategia perfetta per chi che ha avuto problemi di engagement.

La chicca finale

Da qualche mese è possibile ottenere più seguaci finendo in esplora grazie alle Storie.

Le storie sono un canale differente, dove puoi permetterti anche di pubblicare contenuti di altri, seppur della stessa nicchia e sempre citando l’autore. Ebbene, la strategia è questa.

Cerca e trova un video adatto alle storie della tua nicchia. Deve essere un video breve e di ottima qualità. Ad esempio, potrebbe essere uno splendido Hotel da visitare perché sei un aspirante influencer della nicchia travel.

Pubblicalo nelle tue storie chiedendo attraverso un sondaggio un parere ai tuoi followers. Aggiungi una menzione all’autore, un #hashtag rilevante e la località. Et voilà, il gioco è fatto!

Se hai fatto tutto in maniera corretta le visualizzazioni della storia esploderanno e aumenterai anche i followers Instagram.

Conclusioni

Adesso sai che puoi crescere su Instagram in tre maniere. Puoi aumentare i followers affidandoti alla strategia basata sull’interazione. Oppure puntare sulle Storie Sponsorizzate se hai come obiettivo di intercettare nuovi clienti. O ancora, se ti è impossibile applicate le prime due, e vuoi crescere in maniera esponenziale, puoi investire una cifra importante e lanciarti nelle strategie virali.

Hai trovato la guida interessante? Lascia un cenno del tuo passaggio nei commenti.

Leave a Reply